Basket, Final Eight Coppa Italia 2017: le otto squadre ai raggi X.


basket-pietro-aradori-reggio-emilia-supercoppa-foto-valerio-origo.jpg


<!– –>

L’analisi delle otto squadre partecipanti alle Final Eight di Coppa Italia, in programma da domani a Rimini.

Emporio Armani Milano: è la grande favorita per la vittoria finale. Cerca il bis dopo il successo dello scorso anno. Il primo posto in campionato non è stato praticamente mai in discussione e nell’ultimo periodo ha risollevato in parte anche la sua posizione in Eurolega, anche se la qualificazione ai playoff è ormai compromessa. Arriva a queste Final Eight senza problemi di formazione e con tutta la rosa al completo. Ha già vinto per cinque volte la Coppa Italia, squadra con più titoli di quelle partecipanti a questa edizione.

Umana Reyer Venezia: il momento attuale non è sicuramente positivo, visto che è reduce da due sconfitte consecutive tra Champions League e campionato, dove ha perso la seconda posizione in classifica in favore di Avellino. Insieme proprio agli irpini è tra le principali rivali dell’Olimpia e l’obiettivo è quello di arrivare in finale, per giocarsi un titolo mai vinto nella propria storia

Sidigas Avellino: per classifica evalore tecnico è la rivale diretta della favoritissima Milano. Lo scorso anno ha stupito arrivando fino all’ultimo atto, mentre in questa stagione è l’obiettivo anche se il quarto di finale con la Dinamo Sassari è particolarmente complicato. La Sidigas sta attraversando un ottimo momento e anche in Champions League si è brillantemente qualificata per gli ottavi di finale, direttamente dai gironi. In partita secca è una delle squadre più difficili da affrontare. Il sogno è quello di replicare la meravigliosa cavalcata del 2008, quando Avellino mise in bacheca la prima ed unica Coppa Italia

Grissin Bon Reggio Emilia: ha avuto un momento di grande crisi, coinciso anche una serie interminabile di infortuni. La situazione ora sembra essere migliorata e l’ultima vittoria in trasferta contro Venezia può essere la svolta della stagione. Lo scorso anno ha perso subito al primo turno contro Avellino, mentre quest’anno dovrebbe incrociare Milano in semifinale. E’ una delle outsider per la vittoria finale, anche se da ormai molte stagioni arriva vicina a vincere qualcosa, ma alla fine non riesce mai a trionfare (tranne la Supercoppa 2015). Ha il vantaggio di avere meno pressione rispetto ad altri anni

Betaland Capo d’Orlando: il quinto posto al termine del girone d’andata è un risultato semplicemente straordinario. I siciliani sono sicuramente una grande sorpresa e per la seconda volta giocheranno le Final Eight di Coppa Italia. In campionato sono attualmente all’ottavo posto in piena lotta playoff. Giocheranno senza pressioni e con la voglia di arrivare il più lontano possibile.

Banco di Sardegna Sassari: attenzione alla Dinamo, perchè è una squadra che in questi format si esalta, come dimostrano le due vittorie negli ultimi tre anni. E’ in un grandissimo momento di forma tra campionato e Champions League. In partita secca diventa veramente un avversario complicato da battere e ha il vantaggio di non essere considerata tra le prime favorite. Previsto grande spettacolo nella sfida dei quarti con Avellino

Germani Basket Brescia: l’altra grande sorpresa della manifestazione. E’ esordiente in Coppa Italia, ma può davvero regalare la sorpresa della prima giornata. Infatti contro una Venezia non al massimo della forma, i lombardi possono veramente sognare il colpo e l’approdo in semifinale. Squadra alla prima volta, ma con molti giocatori esperti e che sanno gestire questo tipo di partite.

Enel Brindisi: è l’ottava testa di serie e sembra recitare il ruolo della vittima sacrificale nel quarto contro Milano. E’ in ripresa dopo un periodo difficile di stagione e le squadre di Meo Sacchetti nella partita secca sono sempre molto pericolose. Giocherà senza la minima pressione e può mettere in difficoltà l’Olimpia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *